Stefano Ricagno eletto presidente del Consorzio dell’Asti Docg

Guiderà l’ente consortile per i prossimi tre anni

Maggio 2024
Stefano Ricagno eletto presidente del Consorzio dell’Asti Docg

Il Consiglio di Amministrazione del Consorzio dell’Asti Docg ha eletto il 7 maggio scorso Stefano Ricagno alla massima carica del Consorzio. Nato in una famigli di viticoltori, si è diplomato alla prestigiosa Scuola Enologica di Alba e successivamente laureato in Viticoltura ed Enologia all’Università di Torino. Conseguito l’MBA (Master in Business Administration) in “Wine business management” al MIB di Trieste, dal 2006 opera all’interno dell’azienda agricola di famiglia e della Vecchia Cantina Sociale di Alice Bel Colle e Sessame d’Asti.

Brand Ambassador per le aziende piemontesi del Gruppo Argea (Cuvage e Ricossa), attualmente è anche vicepresidente della Vignaioli Piemontesi, l’organizzazione dei produttori vitivinicoli e di Piemonte Land of Wine, l’ente di rappresentanza dei 14 Consorzi piemontesi del vino ufficialmente riconosciuti dal Ministero dell’Agricoltura.

Lavoreremo nell’interesse delle denominazioni in un quadro di unità d’intenti per consolidare la tutela, la valorizzazione e la promozione dell’Asti Spumante e del Moscato d’Asti in Italia e nel mondo” ha dichiarato il neo presidente “sono convinto che la sinergia tra le diverse anime associative che da sempre caratterizza la nostra denominazione potrà dare risposte concrete alle sfide dei mercati e dei nuovi consumi”.

Stefano Ricagno succede a Lorenzo Barbero al quale è stata affidata ora la carica di vicepresidente senior. Insieme a lui sono stati nominati i vicepresidenti Bruno Fortunato, Massimo Marasso, Gianfranco Torelli e Paola Zappino.

In parallelo è stato nominato anche il comitato di gestione della recente Docg Canelli nelle persone di Giacomo Scagliola (presidente), Ernesto Abbona, Gianmario Cerutti, Giorgio Forno e Ignazio Giovine.

Il Consorzio dell’Asti Docg opera nella tutela dell’area produttiva del vitigno Moscato bianco in Piemonte che dà origine ad Asti spumante e Moscato d’Asti Docg. Comprende 51 Comuni delle province di Alessandria, Asti e Cuneo per una estensione di circa 10 mila ettari di vigneti affidati alla cura di 4 mila produttori con una produzione complessiva attorno ai 100 milioni di bottiglie all’anno.

redmango.agency